Italiano [English below]

 

Felice di avere sostenuto questo progetto per la Salina di Cervia. Il comunicato stampa:

“LABA per la Salina di Cervia”, MUSA (Museo del Sale), Cervia

A MUSA dal 5 al 12 luglio la mostra “LABA per la Salina di Cervia”
Esposizione dei lavori degli studenti dei corsi della Libera Accademia di Belle Arti di Rimini dedicati al sale e alle Salina di Cervia

Dal 5 al 12 luglio 2024 a MUSA, Museo del Sale di Cervia si terrà la originale mostra della Libera Accademia di Belle Arti di Rimini sui temi sale e Salina di Cervia.

Si tratta di progetti sviluppati da studenti dei corsi che vanno da manifesti a manufatti, all’ideazione progettazione e realizzazione dell’originale allestimento in canne di bambù dell’esposizione tematica visitabile al museo del sale di Cervia per una settimana.

Nel corso di ”Allestimento in spazi espositivi”, con MUSA e Parco della Salina, il progetto si è aperto alla conoscenza interdisciplinare, alla interconnesione fra vari ambiti, a prassi e pratica dell’arte di esporre. Il progetto ha coinvolto 90 fra studenti e studentesse dei corsi di Moda 3, Design 2, Design 3, che, guidati da Cristina Fiordimela, docente dell’Accademia, hanno complessivamente coprodotto 35 originali progetti sul tema.

Il 5 luglio alle ore 21 si terrà l’apertura dell’esposizione con la presentazione del progetto. Saranno presenti il sindaco di Cervia Mattia Missiroli, l’assessore a Cultura e Scuola Federica Bosi, il presidente dell’Accademia prof. Massimo Marra, il direttore della stessa prof. Pier Luigi Capucci, la prof.ssa Cristina Fiordimela docente dei corsi che partecipano al progetto, il presidente del Parco della Salina Giuseppe Pomicetti e la direttrice del MUSA dott.ssa Annalisa Canali.

Lo scorso anno la devastazione che ha investito la Salina di Cervia e i danni arrecati al patrimonio naturalistico e produttivo del sale sono stati così ingenti che hanno indotto le migliori agenzie culturali e istituzionali a mobilitarsi per sostenere la ripresa e la rinascita della salina. In questo ambito sarà di grande interesse visionare come gli studenti dell’Accademia abbiano interpretato, immaginato, concepito il territorio e gli intrecci antropologico-naturalistici che comporta. L’interesse da loro mostrato verso la storia della città, le scoperte archeologiche, le tradizioni e il contesto produttivo e termale è stato intenso non solo sotto l’aspetto creativo, cognitivo ma anche emozionale.

www.musa.comunecervia.it
www.comunecervia.it
www.turismo.comunecervia.it

Il mio (breve) intervento:

Come sappiamo, purtroppo Cervia e la Salina sono state devastate nel 2023 da una disastrosa alluvione che ha messo in ginocchio l’ambiente naturalistico della Salina e tutte le attività legate al sale.

L’installazione degli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Rimini vuole essere un piccolo contributo culturale per interpretare il territorio e le sue peculiarità naturalistiche, la sua dimensione storico-antropologica, le sue attività marine e produttive legate al sale e alla Salina, per sostenere la ripresa e la rinascita della Salina.

Le radici di questo evento risalgono al 2018, come ricorderà la dott.ssa Canali, a un evento internazionale che abbiamo tenuto proprio qui al MuSa in questi giorni, intitolato “Dialoghi attraverso i mari”, che poi è stato portato a Montreal, ed è diventato una pubblicazione, prima in inglese e poi in italiano.

Voglio ricordare che nel 2021 le Nazioni Unite e l’UNESCO hanno voluto sottolineare il ruolo fondamentale degli ecosistemi marini decretando il “Decennio delle Scienze del Mare per lo Sviluppo Sostenibile”, dal 2021 al 2030. Questo progetto lo ha dunque anticipato.

Anche l’Accademia di Belle Arti di Rimini partecipa al progetto dei “Dialoghi attraverso i mari”, partito proprio qui da Cervia, dal MuSa, che ha coinvolto realtà marine internazionali.

In autunno uscirà la prossima pubblicazione, che conterrà anche una documentazione dell’evento di oggi.

Per chiudere vorrei ringraziare, anche a nome del Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Rimini Massimo Marra, il Museo del Sale, la Salina di Cervia, le istituzioni e le persone che hanno partecipato e che si sono prodigate nella realizzazione di questo evento, i docenti e gli studenti. Mi auguro che in futuro ci saranno altre occasioni di collaborazione. Grazie.

 

 

English

 

Glad to have supported this project for the Salina di Cervia. The press release:

“LABA for the Cervia Salt Pan,” MUSA (Salt Museum), Cervia

From July 5th to July 12th, 2024, the original exhibition by the Free Academy of Fine Arts in Rimini on the themes of salt and the Cervia Salt Pan will take place at MUSA, the Salt Museum in Cervia.

The exhibition features projects developed by students from various courses, ranging from posters to artifacts, as well as the conceptual design and realization of the original bamboo installation for the thematic exhibition, which will be on display at the Cervia Salt Museum for one week.

During the “Exhibition Design” course, in collaboration with MUSA and the Salina Park, the project embraced interdisciplinary knowledge, interconnectedness across different fields, and the practical aspects of art exhibition. A total of 90 students from Fashion 3, Design 2, and Design 3 courses, guided by Professor Cristina Fiordimela, collaboratively produced 35 original projects on this theme.

On July 5th at 9:00 PM, the exhibition will open with a project presentation. The event will be attended by Cervia’s Mayor Mattia Missiroli, the Culture and Education Councilor Federica Bosi, the Academy’s President Prof. Massimo Marra, the Director Prof. Pier Luigi Capucci, Prof. Cristina Fiordimela (the instructor for the participating courses), the President of the Salina Park Giuseppe Pomicetti, and MUSA’s Director Dr. Annalisa Canali.

Last year, the devastation that affected the Cervia Salt Pan and the damage to its natural and productive heritage were so significant that leading cultural and institutional agencies mobilized to support its recovery and revival. In this context, the exhibition will serve as an important platform for raising awareness and appreciation of the Salt Pan. It will be of great interest to see how the students of the Academy have interpreted, imagined, and conceptualized the territory and the anthropological-naturalistic connections it entails. Their intense interest in the city’s history, archaeological discoveries, traditions, and the productive and thermal context was not only creative and cognitive but also emotional.

www.musa.comunecervia.it
www.comunecervia.it
www.turismo.comunecervia.it

My (short) intervention:

Here’s the English translation of the text:

As we know, unfortunately Cervia and the Salt Pan were devastated in 2023 by a disastrous flood that brought the natural environment of the Salt Pan and all salt-related activities to their knees.

The installation by the students of the Academy of Fine Arts of Rimini aims to be a small cultural contribution to interpret the territory and its naturalistic peculiarities, its historical-anthropological dimension, its marine and productive activities linked to salt and the Salt Pan, to support the recovery and rebirth of the Salt Pan.

The roots of this event go back to 2018, as Dr. Canali will remember, to an international event we held right here at MuSa during these days, entitled “Dialogues across the seas”, which was then taken to Montreal, and became a publication, first in English and then in Italian.

I want to remind you that in 2021 the United Nations and UNESCO wanted to emphasize the fundamental role of marine ecosystems by decreeing the “Decade of Ocean Science for Sustainable Development”, from 2021 to 2030. This project therefore anticipated it.

The Academy of Fine Arts of Rimini also participates in the “Dialogues across the seas” project, which started right here from Cervia, from MuSa, involving international marine realities. In autumn, the next publication will be released, which will also contain documentation of today’s event.

To conclude, I would like to thank, also on behalf of the President of the Academy of Fine Arts of Rimini Massimo Marra, the Salt Museum, the Cervia Salt Pan, the institutions and people who participated and who worked hard in the realization of this event, the teachers and students. I hope that there will be other opportunities for collaboration in the future. Thank you.